Festeggiare il primo dell’anno a San Pietroburgo

Pubblicato in 07. Aug, 2013 da in Vacanze Capodanno

San Pietroburgo e le tradizioni russe per il CapodannoRicorrenza particolarmente amata e attesa dal popolo russo è senza alcun dubbio il Capodanno. Certamente le temperature non sono particolarmente favorevoli, tanto che esse talvolta scendono addirittura a meno 15 gradi, ma la magia che questo posto e i suoi paesaggi regalano sono assolutamente inimmaginabili.


Il Capodanno in Russia: una tradizione

La tradizione di festeggiare il primo dell’anno in Russia è stata introdotta dallo zar Pietro il grande ed è una delle feste più grandi e sentite da tutti. Ufficialmente riconosciuta come data del capodanno russo è il 31 dicembre, anche se in origine, per volere del sovrano, questa festa cadeva il 1 settembre. Importantissima tradizione, in questo giorno, è riunirsi per pranzo con la famiglia. Piatto tipico in questo giorno di festa è l’insalata invernale, comunemente conosciuta in Italia come “insalata russa”, la quale è spesso accompagnata anche da altri prodotti quali: vinigret, caviale, salmone e una vasta gamma di bevande, tra le quali la più apprezzata è lo champagne.

Festeggiare a San Pietroburgo

Trascorrere il primo dell’anno nella città di San Pietroburgo significa passare due giorni da favola, immersi in un paesaggio contornato da palazzi illuminati e vie ricoperte di neve. Immancabili sono i mercatini per le vie della città, dove possono essere trovati dai souvenir, agli oggetti tipici dell’artigianato russo, alle pellicce e colbacchi, fino ai piatti caratteristici della cucina di San Pietroburgo. Esperienza suggestiva, nella notte tra il 31 Dicembre e il 1 Gennaio, è un giro sulla Troika russa, slitta da neve tipica della tradizione russa, trainata da tre cavalli. Accompagnate da spettacoli di ogni genere sono, inoltre, le cene che, verso sera, iniziano a prendere luogo nei vari ristoranti e locali del centro storico di San Pietroburgo. Dopo un buon pasto russo le proposte per aspettare la mezzanotte non mancano di certo, innumerevoli sono le discoteche che organizzano feste a tema per aspettare il primo giorno dell’anno all’insegna del ballo. Per chi preferisce, invece, musica più rilassante e spazi all’aperto, molte sono le manifestazioni e i concerti che si svolgono per la Prospettiva Nevsky, la via principale di San Pietroburgo con una lunghezza di circa 4,5 chilometri. Per passare, invece, un capodanno da vero abitante di San Pietroburgo, tradizione vuole che tutti si riuniscano per aspettare la mezzanotte davanti al Palazzo d’Inverno e in seguito e, ascoltando gli auguri del presidente di un buon anno nuovo, esprimano un desiderio.

Immagine: Posztós János – FotoliaSimilar Posts:

Tags: ,

I commenti sono chiusi.